martedì 11 ottobre 2011

Fràttini una ragione!


Il ministro Frattini ha criticato duramente il recente vertice il vertice Merkel-Sarkozy: «La crisi globale non si risolve con assi bilaterali».
Sui giornali italiani, questa presa di posizione è tra le notizie principali. Sui giornali esteri, europei, non viene riportata oppure occupa un paio di linee. Ora, la questione non è il prestigio e la credibilità del governo italiano all’estero, è assodato che siano ormai nulle, ammesso che in passato fossero rilevanti. L’Italia sullo scenario internazionale non è mai stata determinante, anche prima dell'apparizione del primo ministro liberamente ispiratosi ad Alvaro Vitali. Nemmeno è più il caso di rimarcare la profonda inadeguatezza e mediocrità del ministro in questione, un onesto travet, nemmeno forse il peggiore della compagine governativa.
Quello che bisognerebbe capire è perché importanti testate, sicuramente non (o non più) filo governative indugino nel voler far credere che quello che si discute nel nostro paese sia ascoltato aldilà dell’arco alpino. Come se la recentissima esperienza di ciò che è accaduto in Libia non avesse insegnato nulla.

3 commenti:

Jose Ramón ha detto...

Constato que Frattini necesita quitarse la chaqueta para no tocarse la cara.
(un hecho digno de estudio)

ISMAEL ha detto...

Tal vez trate de apreciar como se le va poniendo dura... (la cara).

Dr. Caligari ha detto...

Fíjense como Frattini siempre mire hacia el horizonte.